venerdì 1 marzo 2013

Sfida di lettura "Io leggo italiano" PROGRESSI di Marzo


Ecco qua la discussione in cui inserire, sotto fora di commento, i vostri aggiornamenti di Marzo!
La discussione corrispondente su aNobii è QUI.

Innanzi tutto vi ricordo il regolamento QUI, un riassunto dei premi QUI e l'elenco degli iscritti QUI.
Accanto ad ogni nome troverete anche il numero di libri letti fino al 28 Febbraio (quelli comunicati o qui sul blog o su aNobii QUI)
Da regolamento chi si iscriverà da ora in poi potrà considerare validi solo i libri letti dal momento dell'iscrizione in poi, comunque direi che c'è ancora tutto il tempo per recuperare!

Dunque per segnalare le vostre letture è sufficiente lasciare un commento, con 2 modalità:

- Se avete un blog o un posto in cui scrivete le vostre recensioni è sufficiente che scriviate TITOLO, AUTORE, un BREVE COMMENTO del libro (giusto per far capire se il libro vi è piaciuto o no) e poi potete lasciare i link alla vostra recensione;

- Se non avete un posto dove scrivete le vostre recensioni allora dovete lasciare un commento con TITOLO, AUTORE e un COMMENTO UN PO' PIU' LUNGO per spiegare se vi è piaciuto il libro e cosa vi è piaciuto.

Non è obbligatorio, ma se avete un sito o blog sarebbe bello se al fondo delle vostre recensioni scriveste che con quel libro partecipate alla sfida "Io leggo italiano" con relativo link, così che magari più persona la conosceranno.

Se ve la siete persa vi rimando alla "Sfida nella sfida" di Marzo/Aprile QUI.
E QUA trovate qualche consiglio per le vostre letture a tema!

Buona letture!
Fede

53 commenti:

  1. ciao ho altri tre libri per Febbraio che non ho fatto in tempo a inserire dove te li posso comunicare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 1) Odyssea di Amabile Giusti
      http://stellenelliperuranio.blogspot.it/2013/02/recensione-odyssea-di-amabile-giusti.html
      ho letto che tu l'hai abbandonato, effettivamente ci mette un pochino a conquistarti perchè ricorda a volte un pò troppo Harry potter, ma Odyssea è l'opposto di Harry,
      come luce e tenebre, e la storia tra lei e Jacko scommetto sarà imprevedibile, io sono stata conquistata da Jacko. spero che le darai una seconda occasione.

      2) Cristina di Morval. I ribelli di Luana semprini
      http://stellenelliperuranio.blogspot.it/2013/02/recensione-cristina-di-morval-i-ribelli.html
      questo secondo libro non mi ha convinto per niente, un libro di transizione che aggiunge poco e mi rende un pò più antipatica la protagonista

      3) Hope, Alaska di Francesca Verginella
      http://stellenelliperuranio.blogspot.it/2013/02/recensione-hope-alaska-di-francesca.html
      non è propriamente un romance come ci si potrebbe aspettare ma un romanzo di formazione, la crescita di Sara come donna attraverso la scoperta di un sentimento vivo, non proprio lettura di evasione.

      Elimina
  2. Ho aspettato questo post per aggiungere tutte le mie nuove recensioni. Nel post precendente avevo messo tutte le recensioni di gennaio, in questo post metterò tutte le recensioni fatte a febbraio.

    - Odyssea di Amabile Giusti. E' stata una lettura meravigliosa, che mi ha appassionato fino all'ultimo e che mi ha lasciato con il cuore palpitante e le lacrime agli occhi nel finale.

    - I ricordi non si lavano di Aurora Frola. Un libro forte, diretto e scattante. Un romanzo che sconvolge, che entra nel mondo reale e non si preoccupa di impaurire il lettore con la realtà sputata in faccia. Molto bello e toccante.

    - Implosion di M.J. Heron. Un libro sicuramente originale, l'autrice è riuscita a creare un mondo particolare e creatura originali e intriganti. Peccato per le scene d'amore che non mi sono piaciute e i dialoghi, che ho trovato un po' forzati.

    - Il sogno della Bella Addormentata di Luca Centi. Un romanzo originale, che si addentra nel genere steampunk. Una storia ben strutturata e un finale da mozzare il fiato. Vale la pena leggere il libro solo per il finale, davvero. Peccato che l'intera storia non sia riuscita ad emozionarmi come avrei voluto.

    - Il rifugio di Linda Bertasi. Una storia scorrevole, che ha catturato la mia attenzione dall'inizio fino alla conclusione. Il lettore devo confrontarsi con la morte, ma anche con un amore così puro e forte che abbatte anche la stessa morte.


    Ok per ora ho finito. Queste sono le mie letture di febbraio. Nel prossimo post che creerai metterò un altro aggiornamento con le letture di questo mese, va bene?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo, puoi aggiornare nel modo che ti è più comodo!

      "Odyssea" purtroppo l'ho abbandonato dopo 150 pagine, proprio non mi piaceva.
      "implosion" lo sto leggendo ma non ingrana per ora.
      "Il sogno della bella addormentata" l'ho appena recensito, la penso esattamente come te! --> http://lafedelibrovora.blogspot.it/2013/02/recensione-il-sogno-della-bella.html

      ciao!

      Elimina
  3. Eccomi! Mantengo i miei buoni propositi di leggere più scrittori italiani :D
    Ho letto Bianca come il latte, rossa come il sangue di Alessandro D'Avenia e l'ho davvero adorato. Un ottimo romanzo di formazione che mi ha fatto tornare adolescente :)
    Non vedo l'ora di leggere qualcos'altro di questo scrittore!

    RispondiElimina
  4. Terza recensione:
    Titolo : "L'ultima riga delle favole"
    Autore : Massimo Gramellini
    Pagine : 258
    Data di pubblicazione : Maggio 2010
    Editore : Longanesi
    Trama :
    In questo libro molto particolare il protagonista è Tomàs un uomo insicuro che non riesce a prendere in mano la propria vita e a condurla nella direzione desiderata ma che da essa si lascia trasportare andando un pò alla deriva e perdendo di vista quali sono le priorità e le cose che realmente sono importanti.Improvvisamente però la sua vita insignificante viene scossa da un'incontro/scontro sulla spiaggia, lui per timore di essere aggredito e derubato si butta a mare e da lì parte la sua avventura..E' una sorta di viaggio dentro di sè per ricongiungersi con la sua anima, accettarsi e quindi imparare ad non aver paura delle relazioni. Nel libro, parecchio strano, a tratti sembra quasi che Gramellini voglia fingersi il Paolo Coelho della situazione, e devo dire con scarsi risultati. Leggo spesso la sua rubrica del buongiorno sulla Stampa e onestamente mi aspettavo un libro completamente diverso.. Questo è abbastanza banale a mio parere.L'unico pezzo che mi è piaciuto molto è
    "Il Rac-canto del Mezzadro" questo brano ti fa riflettere su quanto anche un gesto che può sembrare piccolo può essere grande e avere ripercussioni su tutto il mondo. Non lo consiglio.

    RispondiElimina
  5. 6/10 Il giardino di Gaia, Massimo Carlotto

    RECENSIONE
    ...E vissero per sempre...infelici e contenti...

    Cosa non si è disposti a fare pur di avere un trullo pugliese originale in giardino?
    Lo sa bene Gaia Convento Bruno, una donna cinica, decisa, spietata. E' lei che porta i pantaloni in casa. Il marito, il figlio, la fidanzatina di quest'ultimo sono solo marionette da manovrare abilmente per i suoi scopi. Non fa sconti a nessuno Gaia, e nessuno può permettersi di mettere a repentaglio l'apparente normalità della sua famigliola!
    Carlotto è bravissimo a caratterizzare in poche pagine i suoi personaggi, il suo stile inconfondibile non delude mai.

    ”Spero ti sia chiaro che questa è una famiglia, che noi siamo una coppia benedetta in chiesa e così sarà fino alla fine dei nostri giorni. Noi ci siamo scelti e ogni giorno rinnoviamo il nostro impegno e bla bla bla e bla bla bla. Giusto?”

    RispondiElimina
  6. "Storie dentro storie" di Giovanna Astori
    Davvero un bel romanzo, mi ha emozionato molto! Qui c'è la mia recensione:
    http://storiedentrostorie.blogspot.it/2013/03/recensione-storie-dentro-storie-giovanna-astori.html

    RispondiElimina
  7. Per il mese di febbraio ho letto
    ANILDA IBRAHIMI, ROSSO COME SPOSA e L'AMORE E GLI STRACCI DEL TEMPO.
    Entrambi mi sono piaciuti. il primo è una saga familiare ambientata in Albania e popolata dalla forte personalità
    il secondo narra la storia d'amore di due giovani di etnie diverse ai tempi della guerra in kosovo.
    Anilda Ibraihimi è albanese ma scrive in italiano.
    http://mygardencherries.blogspot.it/2013/02/a-sud-est_27.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, i libri da regolamento devono essere tutti di autori diversi per cui te ne conto solo uno di questi due ^_^

      Elimina
  8. Eccomi con i miei aggiornamenti! A quanto ho capito, bisogna postare qui anche i progressi di febbraio, giusto? Allora, dalla mia iscrizione in poi ho letto ben 3 libri di autori italiani: "Come il vento tra i capelli", di Lorenza Bernardi.. un romanzo davvero bellissimo, che parla d'amore e libertà e mi ha aperto il cuore(http://leggendariamente.blogspot.it/2013/02/recensione-come-il-vento-tra-i-capelli.html); "Il sogno della Bella Addormentata" di Luca Centi, lettura piacevole, ambientata in un epoca affascinante e con un finale scioccante(http://leggendariamente.blogspot.it/2013/02/recensione-il-sogno-della-bella.html); "Odyssea. Oltre il varco incantato", un fantasy che mi ha coinvolta parecchio, regalandomi un'incredibile varietà di emozioni (http://leggendariamente.blogspot.it/2013/02/recensione-odyssea-oltre-il-varco_26.html). Alla prossima;)

    RispondiElimina
  9. gli altri quattro libri come hai potuto vedere sono postati nella sfida gennaio e febbraio, ora sotto marzo posto il quinto e cioè uno dei due che avevi consigliato!

    RECENSIONE DI ‘BORGO PROPIZIO’
    DI LOREDANA LIMONE



    Gradevole,scorrevole,autentico e armonioso questo romanzo. Un Borgo che ci fa pensare a qualche sperduto e dimenticato paesino di provincia,il quale invece pullula di vita propria. La struttura del romanzo ci rende partecipi della storia: veridicità e sapore di altri tempi ci immergono nel sapore di principi e valori quasi ormai perduti. Mariolina e Marietta, due sorelle destinate a restare zitelle a vita; Belinda che sentendo il proprio lavoro sempre più stretto e inadatto a lei, riesce ad esaudire il suo sogno di aprire una latteria; Ruggero, da sempre perenne sciupa femmine, riuscirà a trovare l’amore della sua vita. Questi ed altri personaggi che l’autrice ci presenta nella loro particolarità, la quale ce li fa sentire più ironici e vicini; un altro personaggio silenziosamente attivo, idolo di tante signore vecchie e giovani è Gianni Morandi. Sembra che l’idea vincente del romanzo e dell’apertura della latteria di Belinda scaturisca dal famoso singolo del cantante “Fatti mandare dalla mamma a prendere il latte’’. Di tutto il romanzo mi sono rimasti impressi alcuni versi “Belinda veniva trasportata, attraverso una dolcissima via lattea, su un universo parallelo dove si sentiva molto, molto a suo agio”. Ecco da qui si comprende quanto la scrittrice voglia farci capire come Belinda si senta a suo agio in un semplice negozio, ritrovo della semplicità delle persone e della vita comune. Non sceglie un qualsiasi settore di attività alla moda, ma aprire proprio una latteria è un ritorno al passato e al sapore materno, che rende proprio questa bevanda intramontabile. Un romanzo che sottochiave ci vuole regalare ancora fiducia e speranza, vuole dimostrarci che anche se in un paesino di provincia esisteranno sempre malelingue, dicerie, invidie ed equivoci, questo piccolo borgo invece sarà ‘propizio’ e ci mostrerà un lato ancora positivo della società italiana. Ci dimostra che ancora l’unione coesa e complice di un popolo fa la forza, nonostante qualsivoglia avversità. Una lettura assolutamente da consigliare.

    Francesca Ghiribelli.

    ciao a presto!

    RispondiElimina
  10. Ciao
    nel mese di febbraio ho letto:
    Perfetto di Alessia Esse
    Il libro mi è piaciuto, l'idea la trovo originale.
    Puoi trovare la mia recensione qui:
    http://italiansdoitbetter-booksedition.blogspot.it/2013/03/recensione-perfetto-di-alessia-esse.html

    RispondiElimina
  11. Quarta Recensione :
    Titolo : "Terrarancia - Cambiare è possibile"
    Autore : Olimpia Avellino Pantò
    Pagine : 118
    Data di pubblicazione : 2012
    Editore : Armando Siciliano Editore
    Trama :
    Questo libro racconta una storia tipicamente ed amaramente siciliana. Melo, piccolo imprenditore agricolo, con poca cultura ma un gran cuore vede morire il fratello Tano in circostanze poco chiare e da quel giorno si ritrova a dover mandare avanti da solo l'azienda che prima gestiva col fratello. Ad aiutarlo nelle raccolta delle arance ci pensa suo figlio Tonino, un ragazzo che studia giurisprudenza a Catania, tra gli incoraggiamenti dei genitori di Palagonia che credono in lui e vogliono dargli un futuro migliore a costo di qualsiasi sacrificio. Tano riceve delle "strane" visite piene di proposte e di velate minacce, decide di non dargli peso e di "tirare dritto per la sua strada" ma le minacce diventano realtà e gli viene fatto intorno il vuoto assoluto. Le sue arance restano sugli alberi e quelle poche che riesce a cogliere con l'aiuto del figlio e della moglie malata non le vuole comprare nessuno per non mettersi contro i "signori" che controllano la zona. Nel frattempo Tonino conosce a Catania una bellissima ragazza, Teresa, e se ne innamora anche se vengono da mondi completamente diversi. Figlio di contadini lui, figlia di una professoressa universitaria e di un noto medico catanese lei. L'amore comunque vince sulle difficoltà e le diversità e il padre della ragazza si occupa di curare il padre del ragazzo che, sottoposto a continua pressione psicologica, ha un'infarto. Ad aiutare la famiglia del ragazzo ci pensano anche i ragazzi di Addiopizzo, un gruppo di giovani pieni di ideali e sani valori che credono che le cose possano cambiare con l'aiuto di tutti, e le istituzioni insieme alle forze dell'ordine. Bellissimo libro, unica pecca il fatto che sia troppo breve, avrei preferito che i personaggi e gli eventi venissero analizzati e descritti di più. Lo consiglio!

    RispondiElimina
  12. Il sogno della Bella Addormentata - Luca Centi
    http://www.goodreads.com/review/show/550081085

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Contenta ti sia piaciuto ^_^
      Il finale è davvero pazzesco!

      Elimina
    2. Si per nulla scontato!!!! :)

      Aggiungo
      TRI-La profezia Lorena Laurenti
      http://www.goodreads.com/review/show/550097499

      Elimina
  13. E poi ci sono gli slow books, quelli che si leggono piano, godendoli, cui non puoi riservare un’attenzione superficiale perché te la richiedono tutta, per darti il tanto che vogliono darti: la Storia nella storia, un linguaggio raffinato seppur privo di supponenza, l’immaginifica visione di luoghi e personaggi. Come “Lavinia e l’angelo custode” (Avagliano) di Giovanna Mozzillo, che nella Napoli dell’Inquisizione è monaca, poi promessa sposa, poi nascosta sotto le mentite spoglie di un fanciullo e infine, cresciuta in un racconto che incanta e incatena, è finalmente donna. Una donna senza tempo, come immagino la sua autrice. Come piacerebbe essere a me. Accompagnata da un angelo, il custode che vorremo tutti… e che avremmo, se sapessimo guardare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai usato bellissime parole per parlare di un libro che non conoscevo. Mi intriga molto.

      Elimina
  14. nel post precedente ero rimasta a 8 recensioni
    Per quanto riguarda Marzo, il primo libro italiano recensito è Charlotte di Antonella Iuliano http://illibrochepulsa.blogspot.it/2013/03/recensione-charlotte-di-antonella.html
    per me, che amo i grandi classici, è stata una piacevole lettura e una piacevole compagnia. Ben scritto e capace di trasmettere l'amore per i libri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 10- http://illibrochepulsa.blogspot.it/2013/03/recensione-albion-di-bianca-marconero.html Recensione di Albion, una piacevole scoperta che ho divorato con piacere

      11 http://illibrochepulsa.blogspot.it/2013/03/recensione-la-fame-di-eliselle.html
      Recensione La fame, ho un debole per questa autrice e volevo sperimentare questo "genere" diverso dal suo solito.

      12-http://illibrochepulsa.blogspot.it/2013/03/recensione-vimini-di-donato-cutolo.html
      Recensione Vimini, un libro molto particolare che si legge in fretta, accompagnato da un cd musicale.

      Elimina
  15. Aggiorno marzo:
    7/10) 13 SOTTO IL LENZUOLO di Giuliano Pavone **
    8/10) LA DOPPIA VITA DEI NUMERI di Erri De Luca ****

    RispondiElimina
  16. Viola Marina Lisi
    http://www.goodreads.com/review/show/560952066

    RispondiElimina
  17. Primo libro di marzo: Albion di Bianca Marconero
    un bel libro fantasy, con un protagonista molto reale...
    il libro è scorrevole e mi ha appassionato, il finale è ben pensato.
    Qui la recensione completa:

    http://libriepopcorn.blogspot.it/2013/03/albion-di-bianca-marconero-la-recensione.html

    RispondiElimina
  18. sempre Merido :)

    aggiorno le letture fatte tra fine febbraio e primi di marzo

    7) MANCARSI di Diego de Silva : è la storia di un mancato incontro tra un uomo e una donna che, forse,se ci fosse stato, avrebbero potuto vivere il grande amore. La storia dei due corre parallela e si sfiora solo in un bistrot che entrambi sono soliti frequentare.
    Il tema è interesante ma De Silva secondo me ha la capacità di banalizzarlo con una scrittura per niente originale e abbastanza conformista. Semper meglio di Malinconico comunque...

    9) I MISTERI DI VIA DELL'AMORINO di Gian Antonio Stella libro dal ritmo incalzante quasi da giallo riporta in luce un episodio accaduto l'indomani dell'unità d'Italia e cioè il gran pastrocchio della regìa dei tabacchi e cioè la cessione dei tabacchi da parte dello stato a una società privata senza alcuna assicurazione che allo stato ritornasse un tornaconto; per far questo furono distribuite un po' di mazzette e...leggete il libro per vedere come si va avanti ma vi assicuro che dal 1868 mi sembra che molte cose NON son cambiate

    10) CREDERE E CURARE di Ignazio Marino un piccolo libro con tante cose su cui riflettere; lo consiglierei agli studenti di medicina e ai medici soprattutto per la passione e l'etica che contraddistinguono questo grande chirurgo ; lo consiglierei a chi non crede perchè Marino non tende ad avere l'arroganza e il fanatismo di chi pensa di essere il solo depositario della Verità, lo consiglierei ai credenti perchè il rispetto delle religioni/non religioni altrui innanzitutto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. pardon, nella fretta di scrivere ho fatto un errore il libro di De Silva è l'8° :)

      Elimina
  19. Ecco la mia recensione di La discendente di Tiepole di Alessandra Paoloni, libro che mi è piaciuto per le atmosfere cupe e la storia ricca di misteri
    http://www.goodreads.com/review/show/523271231

    RispondiElimina
  20. In barba alle dinamiche editoriali e agli autori avidi, ritengo che il successo di un libro non sia direttamente proprozionale al numero di copie vendute, ma a quanto permette al lettore di pensare e immedesimarsi. Meglio ancora se regala un po’ di freschezza e levità.
    Be’, dopo un inizio frizzantino in cui mi ha incuriosita e rilassata, il romanzo “Buona fortuna” (Mondadori) di Barbara Fiorio ha sortito il suo effetto: mi ha fatto pensare alle risposte che avrei potuto dare e non ho dato, all’empatia che non ho saputo dimostrare, alle decisioni che non sono riuscita a prendere, alle ingiustizie che non ho denunciato.
    Dunque, questo è un libro di successo (naturalmente l’augurio è che venda milioni di copie)
    http://www.ibs.it/code/9788804625384/fiorio-barbara/buona-fortuna.html

    RispondiElimina
  21. eccomi qui!
    riporto la recensione anobiiana di BORGO PROPIZIO che ho terminato qualche giorno fa:
    - Carinissimo questo libro! Una storia tutta all'italiana, storie all'apparenza "semplici" si incrociano a formare una storia più grande ricca di risate, fraintendimenti, amore e vita di tutti i giorni. Fantastici i personaggi...mi ha ricordato uno di quei film anni '30 o '50! -

    baciii!
    *mezzaluna*

    RispondiElimina
  22. Eccomi con i progressi di Marzo:) Due libri di autori italiani letti fino ad ora: "Unfaithful" di Elisa S. Amore (http://leggendariamente.blogspot.it/2013/03/recensione-unfaithful-di-elisa-s-amore.html), che conferma la sua bravura nel narrare una storia d'amore che fa palpitare all'impazzata i cuori... e "Il bacio di Jude" (http://leggendariamente.blogspot.it/2013/03/recensione-il-bacio-di-jude-di-davide.html), ottimo esordio di un autore molto in gamba, che ha creato una storia davvero intrigante, che tiene incollati alle pagine! Ai prossimi progressi;) kiss

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non penso siano il mio genere ma sono contenta ti siano piaciuti ^_^

      Elimina
  23. 11) SE QUESTI SONO GLI UOMINI di Riccardo Iacona

    storie di ordinario femminicidio
    storie in cui la violenza degli uomini viene subita,osteggiata,rifiutata, combattuta
    ma... se le donne sono sole, se chi ti circonda chiude gli occhi, le istituzioni non legiferano o non applicano le leggi, gli educatori non insegnano modi diversi per rapportarsi tra i generi
    continueremo a leggerle un giorno su tre

    Merido

    RispondiElimina
  24. Quinta recensione:
    Titolo : "Marcovaldo"
    Autore : Italo Calvino
    Pagine : 143
    Data di pubblicazione :agosto 1976
    Editore : Enaudi
    Trama:
    Avevo letto la recensione di questo libro da un utente che partecipa alla sfida di lettura e mi aveva molto incuriosita e così l'ho letto anch'io. Libro molto simpatico e divertente all'apparenza anche se a tratti fa riflettere su tutto quello che la gente si "perde" vivendo in città. Marcovaldo è un'uomo con la testa sempre per aria che si tuffa in una serie di 20 strane peripezie, il ritmo del romanzo è scandito dal susseguirsi delle stagioni inizia in primavera, segue l'estate, l'autunno e l'inverno. In ognuno di questi racconti al nostro protagonista succede qualcosa di strano e per certi versi buffo. Uomo povero, con moglie e molti figli a carico fa di tutto per sbarcare il lunario e si sente in colpa per tutte le cose che non può dare ai suoi figli. L'unico suo rifugio da questo mondo duro e svilente è la ricerca della natura tra le strade di città, ricerca che finisce spessissimo per metterlo nei guai. Divertentissimo l'episodio dei funghi cresciuti nelle aiule delle vie della città. O quella del veleno delle vespe miracoloso. Bello l'amore che mette nel prendersi cura della pianta della Sbav (l'azienda presso la quale fa il magazziniere). Spesso Marcovaldo sembra immedesimarsi più con le emozioni e le sensazioni delle piante, della natura e degli animali in genere che con quelle della moglie (che spesso si sente frustrata dalle cose che Marcolvaldo porta in casa e che a suo parere sono del tutto inutili ) o degli altri esseri umani. E' un libro molto piacevole e scorrevole si legge in poche ore e riesce ad allietare le giornate. Lo conosiglio e ringrazio chi l'aveva recensito prima di me perchè mi ha fatto scoprire un libro di uno dei grandi scrittori della letteratura italiana che sconoscevo ;)

    RispondiElimina
  25. ecco il sesto ed è 'implosion', davvero bello e intrigante, un paranormal fantasy dalle tinte thriller!
    la recensione sul mio blog
    http://francescaghiribelli.blogspot.it/2013/03/recensione-di-implosion-di-mjheron.html

    a presto!

    RispondiElimina
  26. Tra i due libri che ci hai consigliato alla fine ho scelto Borgo Propizio. Mi è piaciuto molto lo stile della scrittrice, la freschezza che trasmette e il significato che ne ho colto, ma un paio di cose non mi hanno convinto del tutto, impedendomi di apprezzarlo completamente. Molto carino comunque!! Ecco la mia recensione
    http://www.goodreads.com/review/show/560856441

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tipo cosa? a me non era piaciuto troppo il "mistero" e come si risolveva ma dato che non l'ho considerato centrale nella storia non mi ha gustato per niente la lettura ^_^

      Elimina
    2. Esattamente quello e il matrimonio dopo pochi giorni che si conoscono (che era abbastanza centrale)...lei non sa nemmeno l'età di lui..e lui scopre quella di lei per caso.. Per il resto mi è piaciuto però :)

      Elimina
    3. A me il matrimonio è piaciuto tanto! Da parte di lei è comprensibile, non aspettava altro! E lui si innamora ed è un uomo all'antica, non chiederebbe mai l'età ad una donna... Sono così carini!!!!

      Elimina
  27. oltre a borgo propizio che ho già postato, aggiungo la recensione anobiiana di "La polvere" di Elisa Barindelli...ve lo consiglio proprio!
    "Un racconto delicato e dolce. Mi rendo conto che il paragone è molto azzardato ma mi ha fatto venire in mente Il piccolo principe per la leggerezza e, allo stesso tempo, la profondità della storia.Consigliato a grandi e piccini."

    RispondiElimina
  28. Progressi di Marzo:
    letto Hope,Alaska di Francesca Verginella.
    Il libro mi è piaciuto.
    Qui il link alla recensione
    http://silviadaveri-autorialblog.blogspot.it/2013/03/recensione-hope-alaska-di-francesca.html

    RispondiElimina
  29. E ci sono le mille anime della città, Tokyo, e la sua – di Yuki – estratta dal corpo che pulsa nuda e vibrante; c’è un niveo fiore che sboccia fuori stagione, e l’oro caldo del tramonto, e il treno per Odaiba che scivola rapido sulla serpentina come un gabbiano sospeso tra cielo e mare, e le bancarelle che vendono i fumanti “nikuman” e gli “udon”, e i templi e l’allegria dei giorni di festa festeggiati dentro kimono nuovi fiammanti.
    E poi ci sono gli occhi profondi e scuri di Ren che ha il doppio degli anni di Yuki e non riesce a non pensare a quella fanciulla lieve e inafferrabile.
    E naturalmente c’è Francesca Bani - una scrittrice, deliziosa scrittrice, sospesa tra Oriente e Occidente – che ora propone il suo nuovo gioiellino: Rockstar Made in Japan (Mauro Pagliai Editore).
    Imperdibile per chi ha amato il precedente “Il pianto dei ciliegi”, per chi ama il Giappone, per chi ama emozionarsi.
    http://www.ibs.it/code/9788856402612/bani-francesca/rockstar-made-japan.html

    RispondiElimina
  30. La promessa del Leone - Chiara Cilli
    http://www.goodreads.com/review/show/563611022

    RispondiElimina
  31. Scusa ho cancellato il commento precedente perchè avevo sbagliato nell'inserire un link. Ho appena terminato di leggere il settimo libro di un autore italiano, si tratta de "Il marcante di libri maledetti" di Marcello Simoni. Trovi qui la mia recensione http://libri-stefania.blogspot.it/2013/03/il-mercante-di-libri-maledetti-marcello.html
    e qui gli aggiornamenti delle mie letture http://libri-stefania.blogspot.it/2013/01/anchio-leggo-italiano-o-almeno-ci-provo.
    Ps. sono Stefania2

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In due giorni ho letto "L'anno luce" di G. Genna. Trovi qui la mia recensione: http://libri-stefania.blogspot.it/2013/04/lanno-luce-g-genna.html e sempre qui il post riassuntivo con tutto l'elenco dei libri di autori italiani letti, che continuerò ad aggiornare strada facendo: http://libri-stefania.blogspot.it/2013/01/anchio-leggo-italiano-o-almeno-ci-provo.html

      Elimina
  32. Ciao, eccomi con le mie letture di marzo.
    - Sottosopra di Milena Agus. Adoro tutti i suoi libri, anche se questo lo trovo meno incisivo dei primi. una lettura piacevole.
    - Da dove viene il vento di Mariolina Venezia. 3 personaggi, 2 storie che si intrecciano sul finale. Lei scrive bene, come sempre. Un po' delusa per il finale.
    - Famiglie di Francesca Comencini. Storia di due famiglie romane e soprattutto di adolescenti. La storia non mi ha colpita.
    - Hanno tutti ragione di Paolo Sorrentino. Non ho terminato il libro, quindi non è conteggiato per la sfida. Assolutamente no: troppe parole, personaggio strambo.
    Ecco il link delle recensioni http://mygardencherries.blogspot.it/2013/03/letture-italiane-ii.html

    RispondiElimina
  33. Questi sono i libri che ho letto a marzo :
    Novecento di Alessandro Baricco
    Il segreto di Ortelia di Andrea Vitali
    La strada di Smirne di Antonia Arslan
    e qui c'è il post riassuntivo :
    http://timoerosmarino.blogspot.ch/2013/04/io-leggo-italiano-marzo.html

    RispondiElimina
  34. rieccomi questo facendo il conto dovrebbe essere il settimo
    ti posto qui la recensione il libro è
    Recensione di ‘Enelsin Artington e la Petra Regia’
    Di Annarita Pizzo

    Un libro per tutti, ma soprattutto credo adatto ai bambini e agli adolescenti, mentre la trama può riuscire a far continuare a sognare anche da grandi.
    E’ questo l’importante messaggio che l’autrice ci manda attraverso preziose e accurate descrizioni piene di difficili e bizzarri termini, i quali fanno sorridere e fantasticare. Mi sono letteralmente incantata a leggere improponibili nomi di piante, prese ovviamente anche da nomi veri ed esistenti, per non parlare di sconosciute bevande utili al benessere e curiosi oggetti che contornano un universo magico. Poteri e incantesimi inimmaginabili, borse ‘chiacchierine’, alimenti animati da strani incantesimi, come il ‘remotisorbis’, per non restare letteralmente accecati dalla luce creata dalla Lumerpa, la quale mi ha ricordato un po’ per certi versi l’araba fenice. Per non parlare delle graziose brocchide, simpatiche cantilene o filastrocche presenti in questo mondo magico.
    Uno stile davvero ricco ed esauriente, un universo parallelo e incantato, finalmente scritto dalla penna di un’italiana, che per essere emergente, è davvero valida e ineguagliabile. Apprezzo la sua fantasia, la sua creatività e il suo estro, che ci hanno donato una nuova scrittrice in stile ‘potteriano’. E’ difficile trovare in Italia una così spiccata e vivace invettiva. Spero tanto che ci regali un seguito, visto che le ultime pagine lasciano prevedere un fattibile sequel. Credo fermamente che questa storia avrà molto successo e che possa diventare una valida saga.
    Tutto ruota intorno a questa famosa Petra Regia e al suo Custode, ma come in tutte le storie, ci sono anime buone e anime malvagie. Il Perfidus vuole mettere da tempo le mani sulla seconda parte del cristallo di Petra Regia, così da ottenere il completo potere sul mondo della magia.
    Il lettore troverà tanti e svariati personaggi tutti da conoscere ed apprezzare, i quali lotteranno a costo della morte per salvare il mondo magico e la Profezia che ruota intorno a questo cristallo prezioso. Ci sono anche due simboli molto importanti come la salamandra, animale che affiancherà il potere oscuro, mentre dall’altra parte una curiosa Lumerpa, dal potere prezioso ed accecante che affiancherà il buon Custode. Tutto ovviamente rimane da scoprire pagina dopo pagina e lascio al lettore l’arduo e appassionante compito, come lo è stato per la sottoscritta. Anche chi non adora questo genere, riuscirà sicuramente ad apprezzarlo attraverso questo libro. Una lettura da consigliare e un romanzo da premiare per la speciale singolarità della sua storia.

    Francesca Ghiribelli

    RispondiElimina
  35. Ciao eccomi con una nuova recensione: la musica in testa (Giovanni Allievi) ecco il post http://tramestiointeriore.blogspot.it/2013/04/la-musica-in-testa-giovanni-allevi.html baci baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, ti consiglio di aggiornare sempre nella discussione più recente altrimenti rischio di perdermi qualcosa. Qua trovi quella di maggio --> http://lafedelibrovora.blogspot.it/2013/05/sfida-di-lettura-io-leggo-italiano.html

      Elimina