martedì 18 settembre 2012

Flashback: "Rot&Ruin" di Jonathan Maberry

In occasione dell'uscita del secondo libro della fantastica saga di Benny Imura, scritta da Jonathan Maberry e pubblicata da Delos Books nella collana Odissea Zobie vi propongo la mia recensione di "Rot&Ruin", il primo libro della serie.







Titolo: Rot&Ruin
Autore: Jonathan Maberry
Prezzo: 15,90€
Pagine: 368
Data di pubblicazione: Giugno 2011
Editore: Delo Books
Collana: Odissea Zombie
Scheda aNobii del libro: 
Voto in stelline: 4 +






Trama:

Nell'America post-apocalittica infestata dagli Zombie dove Benny Imura vive, ogni adolescente deve trovarsi un lavoro al compimento del quindicesimo anno di età, o dimezzare per sempre la propria razione quotidiana di cibo. Benny, però, non è interessato a portare avanti il business di famiglia, ma non ha scelta visti i precedenti fallimenti lavorativi; così accetta di diventare un cacciatore di zombie come quel vigliacco di Tom, il suo fratellastro. Il ragazzo si addentra nella desolata Rot & Ruin, il territorio in cui sono confinati gli zombie, con riluttanza, convinto di svolgere un lavoro noioso e pressoché inutile... prima di imbattersi in un terra senza dio, che gli aprirà gli occhi su un mondo totalmente diverso dalla vita a cui era abituato. Conoscerà il suo passato, i lati nascosti della personalità di Tom e il motivo per cui viene considerato da tutti come un eroe: perché là fuori, lontano dalle recinzioni del fortilizio, le distese aride di Rot & Ruin pullulano di rinnegati assassini a caccia di adolescenti, di segreti mortali, di zombie e di bellezze cresciute nelle oscurità del tempo. Rot & Ruin è molto più che un deserto senza vita.


cosa penso del libro:


Quando pensavo agli zombie mi venivano in mente solo carne putrida e mangiatori di cervello. I film che li avevano come protagonisti mi sembravano degli horror senza trama ne spessore e dubitavo seriamente che un libro che li avesse come protagonisti potesse piacermi. Che diamine, stiamo parlando di cadaveri che camminano e mangiano carne fresca! Cosa si potrà mai raccontare su di loro che non si possa riassumere con questa frase?
Dopo aver letto il romanzo di Maberry le mie certezze, sbagliatissime, si sono incrinate: c'è ancora tantissimo da dire sugli zombie! Questo perchè essi non sono solo cadaveri ambulanti, ma persone morte. Persone che avevano cari che li amavano e li amano ancora nonostante il fatto che si siano trasformati in assassini senz'anima e senza volontà. Mi sono stupita da subito di non aver mai pensato a questa faccia della medaglia. Uccidere uno zombie è, per tradizione, difficile, dato che bisogna colpirlo al cervello, ma lo è tanto di più perchè esiste la possibilità di aver conosciuto chi occupava quel corpo putrefatto quando era ancora in vita e di trovar impossibile eliminarlo definitivamente.
Ecco che nel mondo creato da Jonathan Maberry compare la figura del cacciatore di zombie. Fa questo lavoro anche Tom, il fratello adottivo del protagonista, Benny Imura. Nel mondo in cui vivono gran parte della popolazione si è trasformata in morti viventi e i pochi sopravvissuti, che cercano di rifarsi una vita, sono confinati all'interno di spazi protetti che si autogovernano e gestiscono. Dove abita Benny è obbligatorio trovarsi un lavoro al compimento del quindicesimo anno di età e, dopo alcuni tentativi falliti, il protagonista decide di diventare apprendista del fratello.
Tuttavia, una volta uscito dai confini della sua cittadina, Benny scopre che i pericoli esterni sono innumerevoli, ma a differenza di quello che si potrebbe pensare non sono gli zombie gli esseri più letali e malvagi... Non vi voglio rovinare l'esperienza di lettura, vi basti sapere che benchè "Rot&Ruin" appaia come un horror per ragazzi, in realtà è ricco di spunti di riflessione. I momenti drammatici e quelli avventurosi si alternano con un buon ritmo, non ci si annoia mai.
Il finale è gradevole, ma apre le porte alla prossima avventura del protagonista che potrete leggere tra pochissimo! 

Infatti è in uscita a Settembre il secondo capitolo della serie, per la Delos Book al prezzo di 14,90€
Vi riporto copertina e trama!

Trama:

Sono trascorsi sei mesi dalla terribile battaglia contro Charlie-occhio di vetro e Motor City Hammer, nelle infestate terre di Rot & Ruin; sei mesi da quando Benny Imura e Nix hanno visto qualcosa sorvolare i cieli. Qualcosa che ha cambiato per sempre la loro vita.
Ora, dopo mesi di rigorosi allenamenti impartiti dal grande cacciatore di zombie Tom Imura, Benny e Nix sono pronti per lasciare Mountainside in cerca di un futuro migliore. Lilah, la Lost Girl, e il miglior amico di Benny, Lou Chong, andranno con loro.
Il viaggio si prospetta interessante. Ma pochi istanti dopo aver superato i cancelli del fortilizio, la compagnia si rende conto che qualcosa di inquietante aleggia tra i boschi: non solo zombie, ma anche animali selvaggi mai visti prima, uomini deliranti, falsi profeti e... ciò che resta degli orrori di Gameland, dove gli adolescenti sono spinti a battersi per la propria vita in perversi giochi di sopravvivenza. 
E peggio che mai, può quel diavolo di Charlie-occhio di vetro essere ancora vivo? 
A Rot & Ruin ogni cosa può ucciderti. E non tutti, nella piccola compagnia, riusciranno a sopravvivere...


Giudizio finale espresso con una bocca affamata:

Possiedo una collezione di bocche abbastanza vasta, non so neanche spiegarmi in perchè, semplicemente mi piacevano e le ho salvate in una cartella. Comunque dato che, com'è ovvio, non ho mai avuto occasione di utilizzarle, ma le trovo tutt'ora molto belle ed espressive, ho pensato che potessero tornar utili per sintetizzare il mio pensiero sul singolo libro. Ci provo!
La bocca adatta a "Rot&Ruin" è questa:


Benchè il libro contenga momenti commoventi e di riflessione, parla pur sempre di zombie! I momenti da brivido ci sono e sono anche numerosi (io sono una tale fifona). Mi ha fatto innamorare di questo filone, davvero consigliatissimo.



Voi cosa ne pensate? Lo avete letto? Vi piace il genere?
Sono curiosa di leggere le vostre opinioni, fatevi sotto!
Ciau

6 commenti:

  1. Il genere mi è, per ora, sconosciuto... ma conto di rimediare, anche con "Rot & Ruin", che mi sembra un buon punto di partenza :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì ottima partenza! Io non credo che riuscirei a leggere un vero horror per adulti con gli zombie ma questo post apocalittico YA è una validissima alternativa.

      Elimina
  2. Ho fatto un giro fra i tuoi post per arrivare alla recensione! XD mi ha colpita la cover del secondo nell'ultimo post "nuovi arrivi" e volevo capire se potesse fare per me.
    In genere non mi piacciono gli zombie, però credo che questo finirà in wishlist, perché mi ispira proprio dopo aver letto la recensione! ^^

    RispondiElimina
  3. Buonasera a tutti, sono Francesco Spagnuolo, co-curatore di Odissea Zombie. Grazie per questa bella recensione, che promuoverò sulla nostra pagina Facebook. Per quanto riguarda i timori, vorrei tranquillizzarvi: la serie di Maberry non è per nulla simile ai film di George Romero, che la recensione evidenzia. Non lasciatevi mai ingannare dalle copertine, ma leggete sempre almeno le prime pagine, e lasciatevi coinvolgere dalla prosa di questo grandissimo autore. Dust & Decay, da pochi giorni in libreria, è davvero un romanzo ricco di suspense, buoni sentimenti e personaggi straordinari. Spero che questa mia breve intromissione vi spinga alla lettura di queste avventure, che cambieranno, spero, il modo di farvi intendere il genere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sto leggendo Dust&Decay in questo momento e ne scriverò presto la recensione. Di certo sarà positiva come quella al primo libro perchè è un romanzo emozionante e coinvolgente. Mi piace moltissimo e sono contenta di essermici imbattuta altrimenti probabilmente non avrei letto nulla del genere ancora per anni perdendomi un genere che ha molto da dire.
      Grazie di essere passato nel mio angolo virtuale, spero di parlare ancora in futuro della vostra casa editrice ^_^
      Fede

      Elimina
  4. Grazie a te.
    Francesco

    RispondiElimina