domenica 3 gennaio 2016

Le migliori letture del mio 2015

Buonasera lettori, avete iniziato bene il 2016? Vi auguro e mi auguro tutto il meglio che la vita ha da offrire, ce lo meritiamo!

Ho decisamente abbandonato il blog ma ci tenevo a ricapitolare le migliori letture del mio 2015: non riesco più a recensire come un tempo a causa di lavoro e impegni vari, ma non potevo rinunciare alla possibilità di consigliarvi alcuni dei libri che ho più amato.

Il poco tempo si è ripercosso anche sul numero dei libri letti, quest'anno solo 53 contro i 72 del 2014 e le pagine lette sono passate da 23000 a 15000. Un peccato, spero di fare meglio quest'anno ma non voglio pormi obiettivi irraggiungibili per cui punto a leggere almeno 50 libri anche nel 2016.

QUI trovate la classifica del 2014, nel caso i consigli spassionati non vi bastassero mai.
Buone letture!

Lo ammetto, ho acquistato Quando siete felici felici caso di Kurt Vonnegut solo per via di titolo e copertina. Ma ne sono rimasta molto soddisfatta, una lettura scaldacuore di prima categoria. Si tratta di una raccolta di discorsi motivazionali dell'autore, sono tutti simili per cui gli ultimi suonano un po' ripetitivi, tuttavia le sue parole, forse ovvie, mi sono sembrate importanti e "fortissime", ragion per cui sarò sempre legata al libro e lo rileggerò nei "momenti no". Un grande.

Ho atteso moltissimo tempo prima di leggere Mary Poppins di P.L. Travers ma credo ne sia valsa la pena. Ho adorato questo classico per ragazzi, sono in disaccordo con chi sostiene che il libro sia inferiore al film della Disney e anzi posso affermare il contrario! Il film è una fiaba zuccherosa, piacevole ma "inconsistente", il romanzo è intriso della magia che caratterizza l'infanzia e la tata più famosa del mondo è molto più umana e terrena di quanto immaginassi. Bello.

Nel mare ci sono i coccodrilli di Fabio Geda è uno di quelli che non si scordano facilmente, pur nella loro semplicità! Bellissimo seguire le orme difficili del protagonista nel suo viaggio verso l'Europa, verso il futuro. Il tema dell'immigrazione è attualissimo e questo piccolo libro aiuta a capire di cosa parliamo veramente quando parliamo di clandestini. Per grandi e piccoli, inestimabile.
Ho letto La mennulara di Simonetta Agnello Hornby in preparazione ad un viaggio in Sicilia e ne sono rimasta molto colpita. Il romanzo inizia con la morte della mennulara del titolo, che ci viene raccontata per mezzo di quello che pensano di lei i suoi compaesani. Il ritratto che ne risulta è vivido e chiarissimo, ricco di sfumature, ombre e luci. Ho scopeto il talento della Hornby e credo che non passer molto tempo prima che io decida di immergermi di nuovo nelle immagini della Sicilia bella e appassionata che lei sa creare.
Di Follie di Brooklyn di Paul Auster ho scritto la recensione, e l trovate QUI. Nella recensione l'ho definito "un libro sulla ricerca della felicità" e non ho cambiato idea. Ne conservo un ricordo dolcissimo, l'autore mi ha impressionata in positivo per la sua capacità di raccontare così tanto in così poche pagine, avvolgendo il lettore in un bozzolo caldo di informazioni e sentimenti. L'ho adorato, ho già pronto un nuovo libro di Auster per quest'anno!

Ed ecco Alta fedeltà di Nick Hornby, l'unico autore che compariva già nella classifica delle migliori letture del 2014! Anche questa volta non delude assolutamente le aspettative. Il romanzo racconta di un ragazzo che non vuole rassegnarsi a crescere, ad andare avanti con la sua vita e ad assumersi le responsabilità di un adulto. Il tema è molto caro all'autore, che infatti è bravo a sviscerarlo a dovere. Una conferma.
Un libro che alcuni definiscono di fantascienza e altri umoristico, tra i miei preferiti del 2015: chi mi conosce non ne sarà stupito! Il più grande uomo scimmia del Pleisocene di Roy Lewis è un romanzo incredibile il cui protagonista è un uomo primitivo che racconta la sua vita in prima persona utilizzando un linguaggio moderno e assolutamente anacronistico. Il risultato finale è divertente, ma anche decisamente interessante dato che non mi ero mai soffermata prima a pensare come doveva essere vivere in un mondo in cui tutto doveva ancora essere inventato e scoperto. Non è un libro che piacerà a tutti, ma se immaginate di possedere il mio stesso senso dell'umorismo non potete perderlo.
Nel 2015 ho letto la mia prima (e per ora unica) Graphic Novel! Ho scelto il primo lavoro del celeberrimo Zerocalcare, ovvero La profezia dell'armadillo. L'esperimento è andato benissimo, i disegni sono interessanti e la storia emozionante, davvero consigliato. Questo fumetto diverte e intrattiene, racconta in maniera geniale eventi quotidiani, aprendo gli occhi su ciò che è veramente importante. Imperdibile, quest'anno leggerò sicuramente un altro libro dell'autore.

Ed ecco il libro più bello del mio 2015! Si tratta di La simmetria dei desideri di Eshkol Nevo, una vera folgorazione. Il libro racconta le vite di 4 amici israeliani che in occasione dei Mondiali del 1998 scrivono i loro desideri per il futuro e cosa immaginano di realizzare nei 4 anni successivi, poi nel 2002 tirano le somme e scoprono di non avere quello che pensavano di volere ma forse quello di cui avevano veramente bisogno. Questo libro rivolta davvero le viscere, un concentrato di emozioni. Strepitoso, spero di confermare il talento narrativo di Nevo il prossimo anno con un nuovo titolo nella lista dei migliori!


Lo scorso anno solo 9 titoli hanno meritato il massimo dei voti, tanti altri meritano una citazione come la serie fantasy per bambini Ever After High di Shannon Hale, Dirk Gently, agenzia investigativa olistica del mai troppo compianto Douglas Adams, la raccolta di racconti La pioggia deve cadere di Michel Faber,  il romanzo corale Venivamo tutte per mare di Julie Otsuka, Un classico italiano, Seta di Baricco, l'incredibile fantasy L'accademia del bene e del male di Soman Chainani, del quale in tanti aspettiamo con ansia il seguito, e il travolgente La principessa sposa di William Goldman. Infine mi hanno colpita Lo straordinario mondo di Ava Lavender di Leslye Walton, un romanzo YA molto più profondo di quel che potrebbe sembrare da copertina e trama e il dolorosissimo Quasi un santo di Anne Tyler.

Purtroppo ho letto anche tanti brutti libri nel 2015, romanzi che non mi hanno lasciato nulla e ho presto scambiato, nonché parecchi libri che credevo mi sarebbero piaciuti viste le tante recensioni positive e che invece mi hanno amaramente delusa. Non li citerò neppure, non ne vale la pena, mi auguro solo che il 2016 vada meglio da questo punto di vista!

E voi? Quali sono stati i romanzi che avete più amato nel 2015?
Avete letto qualcuno dei miei preferiti? Cosa ne pensate?
Buone letture!
Fede

8 commenti:

  1. Più di un paio sono in wishlist! *w*
    Mi ispira tantissimo Quando siete felici fateci caso! credo di aver bisogno di qualcosa del genere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io l'ho letto in una giornata strana, iniziata benissimo che poi però si è guastata terribilmente. E questo libro mi è stato utilissimo, una sferzata di ottimismo! Te lo riconsiglio proprio tutti però :)

      Elimina
  2. Anch'io ho letto molto di meno rispetto al 2014, ma nel complesso sono molto soddisfatta delle mie letture ^^ Quando siete felici fateci caso mi ispira tanto, spero di leggerlo presto *__*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È un libretto veloce ma balsamico, straconsigliato!
      Nel 2015 solo il 50% delle letture è risultato buono-ottimo, spero meglio per il 2016.
      Ciao :)

      Elimina
  3. Buone letture a te e buon anno!

    RispondiElimina
  4. "La mennulara" colpì molto anche me per il tono della scrittura e per la descrizione dei personaggi :)
    "La profezia dell'armadillo" lo amo e non saprei scrivere un commento oggettivo <3
    "Il più grande uomo scimmia del Pleistocene" è un libro che mi ha divertita e fatto riflettere molto. Davvero una lettura particolare, sono felice che sia piaciuta anche a te!

    RispondiElimina
  5. Ciao, nuova follower! Complimenti per il blog e le recensioni; questo il mio ultimo post risalente a questa mattina; https://ioamoilibrieleserietv.blogspot.it/2017/09/recensione-serie-darkest-night-sagara.html

    se ti va passa da me come lettrice fissa; il blog è anche su instagram come: ioamoilibrieleserietv

    grazie

    RispondiElimina